Chi la dura, la vince

Una lampada alla finestra 1940

Luigi Pavese ha un metodo speciale per vincere a poker. Lo spiegava pochi giorni fa ad Anna Magnani, durante le riprese di Una lampada alla finestra.

— Quando io giuoco a poker — diceva Pavese — non mi preoccupo affatto delle carte che ho in mano. La cosa migliore è seguire il mio metodo, che si basa su questo principio: “Chi la dura, la vince”. Tenendo dunque sempre presente che chi la dura, la vince, quando uno rilancia, io raddoppio, e se lui raddoppia a sua volta, io raddoppio di nuovo. E cosÌ via finché l’altro non si stanca ed abbandona la lotta. Mi ricordo che una volta un mio amico, ostinato come un mulo, resistette tre giorni e tre notti a rilanciare, illudendosi che io mi stancassi. Poveretto! Non sapeva che io sono allenato in questo giuoco come nessun altro. Posso dire anzi, senza peccare d’immodestia, che sono una specie di campione europeo dei pesi medi del rilancio. Sono capace di resistere settimane intere, nutrendomi solo di qualche banana.

(tratto da Anna Magnani e il suo tempo, a cura di M. T. Antolin)

Annunci